Giubileo 2015 a Padova: il Santo e il Duomo sono pronti

Il Giubileo 2015 non è solo a Roma: anche a Padova si può ottenere l’indulgenza. Quale occasione migliore per visitare il Santo e il cuore di Padova luccicante di Natale?

Padova si prepara al Giubileo, e sarà facilmente raggiungibile grazie a ben 94 collegamenti ferroviari giornalieri, di cui 82 sono Frecce.

Dall’8 dicembre 2015 al 20 novembre 2016 potrai ricevere l’indulgenza alla Basilica del Santo e in Cattedrale: avrai la straordinaria opportunità per visitare questi due gioielli di Padova e partecipare al Giubileo.

Il mio consiglio è di approfittare del mese di dicembre per vedere anche gli splendidi presepi del Santo e del Duomo: sono davvero uno spettacolo.

Sei incuriosito? Avevi già intenzione di venire a Padova per il Giubileo 2015? Approfitta dell’occasione e prenota uno dei nostri appartamenti: sono il punto ideale per visitare il centro di Padova.

Da Santa Sofia Apartaments puoi partire per il tuo “pellegrinaggio” percorrendo via Altinate prima, poi via Zabarella e via Del Santo: una meravigliosa passeggiata attraverso i più bei portici di Padova. Ti accorgi di essere vicina alla Basilica appena cominci a vedere i particolarissimi negozi di articoli religiosi e quelli coloratissimi di souvenir dedicati a Sant’Antonio. Davanti alla maestosità del Santo ti accoglie la Statua del Gattamelata di Donatello. Sai dove ti trovi ora? Pur essendo in territorio italiano, sei all’interno di una proprietà della Santa Sede.

La Basilica è aperta dalle 6.20 del mattino. Entra e ti troverai in una dimensione antica: dalle porte bronzee di Camillo Boito, alla lunetta del portale maggiore di Mantegna (quella che vedi è una copia in realtà: la lunetta originale si trova al Museo Antoniano), dal capitolo dei Frati a cui presumibilmente lavorò Giotto ai monumenti di Michele Sanmicheli, qui tutto è grandezza e serenità.

Dal Santo segui il flusso di gente che va verso il Prato della Valle e siediti un attimo a respirare un pizzico di natura lungo la canaletta dell’Isola Memmia. Da qui percorri via Umberto Primo e via Roma: goditi la passeggiata attraverso le vie dello shopping ma tra le tantissime vetrine ricordati di imboccare ad un certo punto, alla tua sinistra, via San Martino e Solferino: da qui, attraversando l’antico Ghetto, arriverai direttamente al Duomo.

Il Battistero affrescato nel 300 da Giusto de’ Menabuoi è stupefacente, e nella cattedrale ci sono altre preziose opere d’arte di Tiepolo e di Jacopo da Montagnana.

Ora che il “pellegrinaggio” è finito, non dimenticare di rifocillarti alla famosa pasticceria del Duomo: non ti dico cosa vale la pena assaggiare perché è tutto davvero buono e sono certa che anche tu non saprai cosa scegliere. Io adoro i pasticcini con le fragoline di bosco fresche. Se scopri qualche altre delizia, consigliamela sui commenti qui sotto! Ci conto ;-)

Uscendo puoi percorrere il resto del Centro attraversando le famose Piazze, da Piazza dei Signori a Piazza delle Erbe a Piazza Cavour e Piazza Garibaldi: da qui puoi riprendere via Altinate e tornare al tuo appartamento Santa Sofia Apartaments.

Dopo questa passeggiata indubbiamente ti senti più leggero, e più buono. Non ti sarai dimenticato di chiedere l’indulgenza, vero?

Questo era solo uno dei possibili itinerari pedonali per conoscere Padova. Se conosci qualche scorcio che meriterebbe di essere visitato, condividilo con me e con gli altri utenti del blog scrivendolo qui sotto!