5 cose da vedere a Venezia

Padova è molto comoda anche per visitare Venezia, città unica al mondo, conosciuta da tutti e che tutti, almeno una volta nella vita dovrebbero vedere.

Dai nostri moderni appartamenti si raggiunge la stazione ferroviaria in meno di 15 minuti, attraversando i Giardini dell’Arena, culla di antiche rovine romane e degli splendori del Giotto.

Di treni per Venezia ne passano tantissimi, circa ogni 10 minuti, e in meno di mezz’ora sarai in piazzale Santa Lucia, il punto di attracco per chi arriva a Venezia, sia via strada sia via treno.

Lasciati il Ponte della Libertà alle spalle e concentrati sulle 5 cose da vedere a Venezia.

C’è troppo di tutto e rischio di renderti complicata la gita, partiamo da alcuni angoli meno noti di questa città marinara.

Niente luoghi conosciuti come Palazzo Ducale e Piazza San Marco, Accademia e Ponte di Rialto, te ne parlo in un’altra occasione, anche se naturalmente devi prenderti del tempo per visitarli.

1. Campo San Giacomo dell’Orio

Venezia è voci di bimbi che corrono, vecchiette sedute sulle panchine a chiacchierare, persone che camminano con il passo veneziano (molto velocemente), studenti con cartelle pesanti e carretti che ti avvisano del loro passaggio sui ponti.

Qui potrai capire come si svolge la vita quotidiana, è molto frequentato e amato. Le case che si affacciano sul Campo sono affascinanti e la Chiesa lo è altrettanto, gli alberi sono così grandi da permetterti di sederti al fresco dell’ombra. Un pomeriggio ed un buon libro e sarà magia.

2. I chiostri della Scuola Grande di San Marco

Proprio accanto alla Basilica dei Santi Giovanni e Paolo. Non la vedi? Certo, perché ora è l’entrata dell’Ospedale Civile ma tu non preoccuparti: sii carino, comportati bene ed entra.

Nel silenzio doveroso, sono certa che ti stravolgerà.

Quando entri, sali subito a destra per la grande scala e alza gli occhi al cielo. Una volta sceso, gira a sinistra, e incamminati. Un chiostro dopo l’altro si svilupperà davanti a te, con le sue peculiari caratteristiche.

3. Calle Remer

Se sei innamorato degli scorci, vieni a bere uno spritz alla Taverna “Al Remer” e poi affacciati sul Canal Grande e volta la testa a sinistra. Non voglio dirti cosa vedrai, so solo che mi piacerebbe tornassi qui a raccontarmi quanto bello è quello che i tuoi occhi hanno visto.

Orario migliore dal tramonto alla notte. Niente Selfie, goditi il momento.

Venezia è fantastica per questo: ti stupisce senza effetti speciali.

4. La camminata di Venezia tra l’acqua e il cielo

Quando andavo all’Università, prima di entrare, nelle giornate invernali dal cielo terso e l’aria gelida, scendevo dal traghetto alla fermata “Celestia”, svoltavo a destra e salivo sulla passarella che corre proprio sull’acqua aggrappata all’Arsenale.

San Michele è la prima cosa che vedrai, dietro di lui, nei giorni limpidi, le montagne sembrano specchiarsi sull’acqua. Quei momenti silenziosi, immobili e sospesi, li porto nel cuore e, ogni volta che qualcuno viene a trovarmi, lo accompagno qui “per vedere di nascosto l’effetto che fa” come direbbe Jannacci.

5. Basilica di San Pietro di Castello

A piedi è lunghetta, un’ora da Piazzale Roma, ma sappi che se non visiti Venezia a piedi non potrai mai godertela appieno.

Dotati di scarpe comode e lascia stare i vaporetti. Lo fai un’altra volta, quando ti racconterò che facciate di Palazzi spettacolari puoi vedere prendendo la linea 1.

Anche questo è un luogo in cui comprendere come vivono gli isolani più famosi del mondo.

Spesso, quando passeggio e ho voglia di sedermi al sole, vengo qui. Mi distendo sull’erba e leggo. Tu, però entra anche in Basilica, non farti vincere dalla stanchezza.

Ascolto il dialetto, guardo i fili dei panni unire le due case, colorando la calle sottostante a seconda dei vestiti appesi e mi godo “Casteo” così chiamato.

Ecco, queste sono le 5 cose da vedere a Venezia se vuoi conoscere qualcosa che non sempre viene evidenziato dalle guide e sono convinta che sia solo perché è difficile differenziare ciò che è meraviglioso da qualcosa di splendido.

Un consiglio: mentre cammini non leggere la guida, chiudila. Ascolta i rumori, guarda la gente accanto e tieni il naso in su.

PS: non scoraggiarti se la giornata è nebbiosa: Venezia è bella sempre, ma con la nebbia ti sentirai catapultato in una dimensione senza tempo che non ha eguali. Assolutamente da provare!

Buona passeggiata e torna a raccontarmela!